Cerca
  • Sicurezza
  • Scenario

Smart parking e sensori di parcheggio per una mobilità più efficiente

Smart parking e sensori di parcheggio per una mobilità più efficiente

Sia che voi usiate l’auto tutti i giorni sia che la usiate meno vi sarete certamente trovati in più di una occasione a dover cercare un parcheggio, e molto probabilmente la cosa non vi sarà risultata sempre così facile. Ecco perché, oggi, si stanno sviluppando sistemi di smart parking e di parcheggio intelligente con l’obiettivo di migliorare la mobilità all’interno delle città.

Lo smart parking è un insieme di sistemi che combinano le tecnologie digitali basate su IoT e rilevazione di dati tramite sensori di parcheggio dedicati al fine di trovare posti auto liberi in cui parcheggiare nel tempo minore possibile. Una interessante applicazione in ambito smart city e smart mobility che può portare benefici ambientali ed economici oltre che di ottimizzazione dei flussi e delle aree urbane.

Ma vediamo più nello specifico come funziona.

Smart parking: sensori, tecnologie e IoT

Nell’era dell’IoT (Internet of Things), delle Smart Cities, delle auto a guida autonoma non possono mancare i “sensori di parcheggio”.
Intendendo per sensori e rilevatori di parcheggio i sistemi di parking “smart”, volti a individuare eventuali posti auto disponibili in precise zone della città oppure a individuare posti auto per disabili.

Questi speciali sensori smart parking IoT sono in grado di rilevare la presenza dell’auto e la segnalano alla centrale in cloud, attraverso una rete di telecomunicazione. Segnalano così se lo stallo è libero o occupato, permettendo all’utente finale, cioè il cittadino, di sapere in anticipo se nella zona in cui si sta recando potrà posteggiare la sua auto.

Questi sensori sono basati su diverse tecnologie, come misura del campo magnetico, infrarossi, ultrasuoni, radar e spesso sono integrati in telecamere. Come sempre ci sono i pro e i contro nell’utilizzare le varie tecnologie.

I vantaggi dei sensori interrati nel parking smart

In base alla nostra esperienza, il sensore che offre le maggiori garanzie e affidabilità in funzioni di smart parking system è quello completamente interrato, che basa la rilevazione dello stato di libero/occupato sulla variazione del campo magnetico terrestre prodotta dalla massa ferrosa dell’auto.

Il fatto che il sensore sia completamente interrato ne preserva la funzionalità, in quanto non è soggetto ad atti vandalici e non interferisce con la pulizia delle strade o con gli spazzaneve.

Questa tipologia di sensore permette che il manto stradale venga rifatto senza interferire con la sua funzionalità. Non ha alcun impatto sull’estetica delle strade in quanto non si vede e può essere impiegato in qualsiasi zona della città. Inoltre, garantisce maggiore sicurezza a pedoni, ciclisti e motociclisti che non corrono il rischio di inciampare, cadere o ferirsi. Essendo alimentato a batteria non richiede cablaggio e, date le sue ridotte dimensioni, l’installazione viene effettuata tramite un semplice carotaggio.

A differenza delle telecamere, il sensore di parcheggio di questo tipo non registra alcun dato dell’utente rispettando completamente la privacy, aspetto di fondamentale importanza per ogni sistema che gestisca informazioni personali.

Ci sono poi particolari sensori IoT intelligenti che, grazie a un innovativo algoritmo ideato e sviluppato per rilevare il profilo magnetico dell’auto, sono ancora più affidabili.

Sensori di parcheggio e sistemi smart parking: benefici per la comunità

Sviscerato un po’ il tema tecnologico la domanda principale è “a chi è utile” questo tipo di sensore e sistema di parking smart e quali problemi risolve sul territorio urbano?

La risposta sembra abbastanza semplice, ma vediamo chi sono gli attori coinvolti in questo tipo di installazioni per capire meglio quali sono i costi e quali i vantaggi di un sistema di smart parking.

In primis sono le Amministrazioni Pubbliche a essere coinvolte e a poter guidare l’evoluzione dei sistemi di parcheggio in questa direzione. Sono loro infatti a decidere quali sono i parcheggi a pagamento e quelli liberi.
Per quelli a pagamento, si affidano di solito ad aziende che forniscono un sistema di bigliettazione e abilitano la sosta dei veicoli tramite uso di parchimetri. Queste aziende sono le seconde, in ordine di importanza, a trarre dei benefici dall’utilizzo di questi sensori.

Infine ci sono i cittadini che, per cercare un parcheggio, devono spesso percorrere in lungo e in largo le vie della città alla ricerca di posto libero, perdendo tempo, generando traffico e inquinando l’aria con gli scarichi dell’auto.

Immaginiamo invece di mettere un sensore di parcheggio per ogni posto auto. Tutti i dati relativi all’occupazione dei posti verrebbero trasmessi in tempo reale alla centrale operativa e da qui elaborati per essere resi disponibili al gestore dei parchimetri che potrebbe facilmente confrontarli con i dati delle soste registrate e individuare eventuali incoerenze, avvisando così tempestivamente il vigile che in questo caso sarebbe indirizzato direttamente verso la zona da verificare.

Ai cittadini questa informazione è ancora più utile in quanto, ancora prima di arrivare in zona, saprebbero se ci sono posti auto disponibili e anche esattamente dove, potendosi quindi dirigere verso questi ultimi senza perdere tempo.

5 vantaggi dello smart parking

In sintesi, i sistemi di smart parking sono in grado di fornire una mappa in tempo reale dei parcheggi esistenti fornendo quindi un concreto vantaggio per:

  1. Trovare parcheggio in tempi rapidi.
  2. Individuare eventuali violazioni.
  3. Spingere i cittadini a scegliere mezzi di trasporto alternativi.
  4. Migliorare la mobilità urbana e il traffico.
  5. Diminuire le emissioni di CO2 e l’inquinamento in città.

Mercato dei sistemi di smart parking: dati e previsioni

Secondo l’analista di mercato Statista, il mercato globale di sistemi di smart parking raddoppierà, entro il 2023, i valori del 2018, raggiungendo un volume di affari pari a 3,8 miliardi di dollari.

Smart parking mercato mondiale dati statista
Smart parking mercato mondiale – dati Statista

Potrebbe interessarti anche:

Smart Parking, a Mantova sensori IoT per parcheggi intelligenti


androni neosystems

Articolo a cura di Daniele Androni, CEO di Neosystems, azienda specializzata in soluzioni intelligenti per una migliore qualità ambientale.