Cerca
  • Efficienza energetica
  • Scenario

Città intelligenti: i fattori di crescita e le best practice

Scritto da
Laura Baronchelli
Città intelligenti: i fattori di crescita e le best practice

Studi e analisi a livello mondiale confermano i trend che stanno spingendo verso nuovi modelli di smart city e città intelligenti. In primo luogo lo sviluppo sostenibile e l’attenzione all’ambiente e all’efficienza energetica. Dall’altro la maggiore urbanizzazione e concentrazione delle persone in città, con una conseguente crescita della richiesta di servizi (dalla connettività all’illuminazione, alla sicurezza).

banner

Come e quando nascono le smart city

Secondo le stime dell’analista Mordor Intelligence, il mercato delle smart city ha registrato un valore di 624,81 miliardi di dollari nel 2019 e, entro il 2025, raggiungerà il valore di 1712,83 miliardi di dollari, con una crescita composta annua del 18,30% tra 2020 e 2025.

L’Internet delle cose (IoT) si conferma essere la tecnologia fondante delle città intelligenti, in quanto necessaria per monitorare le infrastrutture cittadine, gestire i flussi, analizzare i dati. Un altro studio di markets and markets parla di una crescita dei progetti e delle soluzioni IoT per le smart city del 22,5% l’anno da qui al 2023, per un valore stimato di 219 miliardi di dollari entro il 2023 e una crescita esponenziale di progetti e iniziative.

IoT e AI per creare città intelligenti

Con la crescente urbanizzazione, la necessità di gestire infrastrutture e risorse spinge i Paesi di tutto il mondo a investire in progetti di città intelligenti. Secondo la Consumer Technology Association, la spesa mondiale per lo sviluppo di città intelligenti dovrebbe raggiungere i 34,35 miliardi di dollari entro il 2020.

Sfruttare l’Intelligenza Artificiale e l’Internet of Things continua ad aprire nuove opportunità e nuove tipologie di servizi all’interno delle città, inclusi veicoli autonomi e Smart Road, sistemi di illuminazione pubblica adattivi e sistemi di telemedicina e di assistenza sanitaria intelligente.

A frenare lo sviluppo dei nuovi progetti sono da un lato la mancanza di risorse, dall’altro le preoccupazioni in termini di sicurezza relative allo sviluppo di dispositivi intelligenti nelle città.

Come diventare smart city

Da anni, il premio Ecohitech Award (oggi alla sua XXI edizione) racconta e valorizza le best practice e le soluzioni innovative in ambito Smart City. Negli anni, sono stati premiati grandi Comuni come quello di Torino o di Modena, ma anche enti locali più piccoli che hanno saputo offrire modelli intelligenti ed evoluti, come nel caso del Comune di Benetutti o del Comune di Fiorano Modenese.

Come partecipare al premio per le città intelligenti

Aziende, progettisti e Pubbliche Amministrazioni possono candidarsi inviando i loro progetti che devono rientrare in una delle 4 categorie:

1. Efficienza energetica e sostenibilità ambientale
Riconoscimento al migliore progetto italiano in materia di efficientamento energetico e sostenibilità ambientale.

2. Illuminazione intelligente
Premio al migliore progetto italiano di Smart Lighting integrato basato su tecnologia LED e a contenuto innovativo.

3. Servizi al cittadino
Premio al migliore progetto italiano che pone al centro l’utilizzo innovativo di servizi e tecnologie per il bene dei cittadini, anche in contesti di emergenza come quelli creatisi durante l’epidemia Covid-19.

4. Progetti internazionali
Premio al migliore progetto internazionale.

L’Ecohitech Award è promosso e organizzato dal Consorzio Tecno all’interno del progetto LUMI Expo che quest’anno si terrà a Key Energy, l’evento internazionale di riferimento per la filiera dell’energia rinnovabile in programma al quartiere fieristico riminese di Italian Exhibition Group dal 3 al 6 novembre prossimi.

Maggiori informazioni su come partecipare su awardecohitech.it

copertina

Scritto da
Laura Baronchelli