Realizzato da Luminetwork
Luminetwork
Cerca
  • Energia
  • Scenario

Digital Energy Efficiency Report: il ruolo delle ESCo nella decarbonizzazione in Italia

Scritto da
Digital Energy Efficiency Report: il ruolo delle ESCo nella decarbonizzazione in Italia

È stata presentata lo scorso 15 giugno l’edizione 2023 del Digital Energy Efficiency Report, realizzato dall’Energy&Strategy della School of Management del Politecnico di Milano, di cui Trigenia è partner.

Il report analizza le tendenze normative, tecnologiche e di mercato che hanno caratterizzato il settore dell’efficienza energetica in Italia nel corso del 2023, per poi offrire una visione sul prossimo futuro.

Dal report emerge proprio il ruolo primario giocato dalle ESCo nel percorso verso la decarbonizzazione e la transizione ecologica dell’industria, per una riduzione dell’impatto ambientale e per contrastare le tensioni sui mercati dell’energia.

CTA Manni decarbonizzazione

Un percorso nel quale l’Italia si inserisce positivamente: il report sottolinea come il nostro Paese si contraddistingua per un buon livello globale di efficientamento energetico, nonostante esso appaia migliorare più lentamente rispetto ad altri Stati Europei.

Tuttavia, le sfide da affrontare sono molte, considerando che l’Unione Europea sta rivedendo al rialzo i propri target con l’obiettivo di assicurarsi il miglioramento delle performance energetiche degli edifici e delle attività produttive e la riduzione delle emissioni di GHG del 55% entro il 2030.

Energy management System e digitalizzazione: strumenti chiave per l’efficienza energetica

In questo scenario, cresce la diffusione di sistemi di gestione energetica e di soluzioni digitali per la gestione e il monitoraggio dei consumi.

La ricerca sottolinea come risulti prioritario, per le imprese, poter ridurre al minimo i rischi operativi e finanziari. È proprio questa la direzione nella quale si stanno muovendo le Energy Service Companies mettendo in campo competenze organizzative, tecniche e finanziarie per poter gestire una maggiore complessità e per proporre soluzioni che integrino tecnologie rinnovabili e di efficienza.

Dal report, in particolare, si evince come il peso delle soluzioni digitali (e.g, EMS, sistemi di monitoraggio e controllo) sul totale degli interventi effettuati, passerà dall’11% del 2022 al 27% nei prossimi 5 anni. In prospettiva futura, inoltre, si attende una crescente diffu¬sione di sistemi sempre più intelligenti, con funzioni di controllo, monitoraggio, analisi dei dati energetici anche in ottica predittiva grazie all’uso intelligenza artificiale e machine learning.

Armando Portoraro, Trigenia

Il digital energy management giocherà un ruolo sempre più predominante nel percorso di decarbonizzazione a livello europeo”, ha confermato nel corso dell’evento di presentazione del Report Armando Portoraro, Managing Partner di Trigenia.

In Trigenia stiamo lavorando con un focus particolare sull’energy efficiency management, partendo da assessment energetici che consentono di identificare tutte le possibili forme di riduzione dei consumi, per individuare così le migliori azioni da mettere in campo per l’efficienza energetica, lavorando fianco a fianco con gli energy manager delle imprese”.

Tra le soluzioni alle quali il mercato guarda con maggiore attenzione, ha evidenziato Portoraro, ci sono le pompe di calore: “Una soluzione già ampiamente sfruttata in ambito civile, che richiede un approccio differente in ambito industriale e che rappresenta quindi una sfida, ma anche una fondamentale opportunità per il raggiungimento degli obiettivi 2030, unita all’intelligenza artificiale, che consente di gestire gli impianti in modo sempre più ottimizzato”.

ESCo: protagoniste della transizione

Il Rapporto dell’Energy & Strategy Group mette in evidenza anche l’esistenza di una vera e propria filiera dell’efficienza energetica in cui operano attori con modelli di business differenti.

Alcuni modelli sono più specializzati, come nel caso di fornitori di tecnologia e società di consulenza energetica, altri invece più integrati, come per utility ed ESCo che possiedono le capacità, le competenze tecniche e soprattutto le risorse finanziarie per proporre soluzioni a 360°.

Sono proprio questi operatori dell’efficienza energetica a giocare un ruolo chiave nell’affiancare enti e imprese nel processo di transizione energetica.

digital energy efficiency report

Il ruolo di Trigenia

Trigenia, ESCo con sede a Torino, opera al fianco delle più grandi industrie per vincere la sfida dell’efficientamento energetico, in Italia e anche al di fuori dei confini nazionali: è infatti la prima ESCo accreditata dal Dipartimento dell’Energia di Abu Dhabi per lo sviluppo di progetti di efficienza energetica e contratti EPC di rendimento energetico.

L’attenzione alle innovazioni tecnologiche e alle opportunità offerte dall’intelligenza artificiale sottolineate da Armando Portoraro si riflettono negli investimenti della società, che ogni anno si impegna a sfruttare almeno il 10% del fatturato annuo per attività di ricerca e sviluppo.

CTA Manni decarbonizzazione