Cerca
  • Efficienza energetica
  • News

Smart Grid: tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Bando

Scritto da
Paola Cozzi
Smart Grid: tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Bando

Sono i concessionari del servizio pubblico di distribuzione dell’energia elettrica di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia al centro del nuovo Bando per le Smart Grid pubblicato dal MISE – Ministero per lo Sviluppo Economico.

La misura – compresa all’interno del PON, Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività 2014-2020 – rende disponibili 24 milioni di euro per il finanziamento di interventi di costruzione, adeguamento, potenziamento ed efficientamento di reti intelligenti per la distribuzione di energia elettrica generata da fonti rinnovabili.

L’obiettivo principe è favorire l’integrazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili all’interno del sistema elettrico nazionale e promuoverne il completo utilizzo.

immagine guida

Cos’è il Programma Operativo Nazionale (PON)

Approvato a giugno del 2015 dalla Commissione Europea, il Programma Operativo Nazionale (PON) Imprese e Competitività si rivolge alle Regioni in ritardo di sviluppo (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) e alle Regioni in transizione (Abruzzo, Molise, Sardegna), attraverso una strategia di convergenza con le Regioni più sviluppate.

In particolare, il PON Imprese e Competitività, nell’Asse IV “Efficienza energetica” – Azione 4.3.1, promuove la realizzazione di reti intelligenti di distribuzione dell’energia elettrica (Smart Grid) e interventi sulle reti di trasmissione strettamente complementari agli interventi sulla rete di distribuzione.

Nel periodo di programmazione 2014-2020, l’Autorità di gestione del Programma è il Ministero dello Sviluppo Economico

Nuovo Bando Smart Grid: come vengono concesse le agevolazioni

Le agevolazioni previste da nuovo Bando sono concesse nella forma della sovvenzione diretta: l’ammontare dell’agevolazione concedibile a ciascuna impresa e per ciascun progetto non può essere inferiore a 250 mila euro (soglia minima) e superiore a 50 milioni di euro (soglia massima).

Sono ammissibili i costi sostenuti a partire dalla data di presentazione della domanda di agevolazione ed entro il 31 dicembre 2023.

Chi sono i beneficiari del nuovo Bando Smart Grid

I beneficiari degli aiuti sono i concessionari del pubblico servizio di distribuzione e di trasmissione dell’energia elettrica nelle aree interessate, ai sensi dell’articolo 1, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79. Tra i principali requisiti per la concessione dell’aiuto, i beneficiari dovranno dimostrare di:

  • avere una sufficiente capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa per la realizzazione del progetto proposto
  • non rientrare tra le imprese in difficoltà o tra le imprese destinatarie di ordine di recupero pendente per effetto di una precedente decisione della Commissione Europea
  • non essere un’impresa in difficoltà

Nuovo Bando Smart Grid: come e quando presentare le domande

È possibile iniziare a presentare le domande a partire dalle ore 10.00 del 2 maggio 2020, fino alle ore 10.00 del 1° giugno 2020.

La presentazione delle domande deve avvenire esclusivamente tramite la piattaforma informatica del PON, alla quale sarà possibile collegarsi solo a partire dal 27 aprile 2020 al fine di ottenere le credenziali necessarie per la successiva presentazione delle domande.

Scritto da
Paola Cozzi