Cerca
  • Efficienza energetica
  • Casi di successo

A San Donato, riqualificazione urbana in chiave di sviluppo sostenibile

A San Donato, riqualificazione urbana in chiave di sviluppo sostenibile

Riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica in ottica green e smart. Risparmi energetici del 60%, riduzione delle emissioni di CO2 e introduzione di sistemi per il controllo della qualità dell’aria e il monitoraggio ambientale.
Sono questi i punti cardine dell’intervento realizzato da Hera Luce per il Comune di San Donato Milanese che, con i suoi 32mila abitanti, rappresenta un centro importante dell’hinterland milanese.

Illuminazione urbana a LED e sostenibilità ambientale

La riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica di San Donato ha riguardato il passaggio di oltre 4.000 punti luce alla tecnologia LED di ultima generazione e il potenziamento dell’illuminazione in alcune zone del territorio comunale – ad esempio nelle vicinanze della stazione ferroviaria – teso a garantire maggiore sicurezza ai cittadini. Anche in questo caso, la tecnologia si è rivelata un utile strumento per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica, nel rispetto di quanto stabilito dall’Agenda 2030.

Si calcola che il risparmio energetico annuo ottenuto dall’intervento sia infatti di oltre il 60% e che, proprio grazie a questa trasformazione, verranno evitate le emissioni di 400 tonnellate di CO2 ogni anno, equivalenti all’impatto di circa 240 famiglie.

CTA-Smart-Sustainable-City

Non solo. Grazie all’utilizzo di apparecchiature e sistemi di tipo cut-off, ovvero progettati per orientare il flusso luminoso verso la strada, e l’uso di tecnologie che permettono la diminuzione del flusso di luce nelle ore centrali della notte (secondo il principio di usare la luce solo dove e quando serve), saranno ridotti sprechi e consumi di energia in eccesso.

Circolarità dei materiali e approccio smart circular city

Infine, in linea con l’approccio “smart circular city” del gruppo, che si pone l’obiettivo di realizzare città vivibili, sostenibili e smart, i materiali utilizzati per gli apparecchi di illuminazione potranno essere recuperati e riciclati alla fine del ciclo di vita dell’impianto, in ottica di economia circolare.

In generale, Hera Luce ha introdotto uno speciale tool per analizzare la circolarità dei prodotti e dei processi e calcolare l’indice di “circolarità materica” delle soluzioni e degli apparecchi usati.

Il tool misura ad esempio la possibilità di recupero a fine vita dei materiali che compongono l’impianto di illuminazione pubblica (lampade, armature, cavi, apparati di controllo ecc.) e permette di definire il bilancio materico, che i CAM (criteri ambientali minimi) considerano premiante negli acquisti di servizi di illuminazione pubblica da parte degli enti locali.

Riqualificazione urbana e più servizi ai cittadini

Oltre al positivo impatto ambientale, la riqualificazione ha l’obiettivo di migliorare la continuità e il livello del servizio ai cittadini. Con questo intervento, San Donato Milanese implementa un sistema di illuminazione che valorizza ambiente, introduce nuove tecnologie e nuovi servizi a favore del territorio e della comunità. Un progetto che si inserisce in un percorso più ampio chiamato Smart Land Sud-Est Milano.

Nuove tecnologie per il monitoraggio ambientale e la qualità dell’aria

Il progetto realizzato presso il Comune di San Donato Milanese introdurrà nel territorio anche un’altra importante novità riguardante il controllo della qualità dell’aria e il monitoraggio ambientale. Tutti i quartieri verranno dotati di sensori e centraline dedicati capaci di rilevare e dati sul livello di inquinamento presente nell’aria. Un prezioso strumento di controllo e monitoraggio che permetterà alla amministrazione comunale di prendere decisioni ed effettuare interventi per affrontare in modo consapevole l’emergenza climatica e tutelare i propri cittadini.

Stefano Amadori, Hera Luce
Stefano Amadori, Hera Luce

“Un progetto perfettamente allineato con le strategie del Green Deal Europeo che contribuisce concretamente al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, grazie a un modello di illuminazione completamente circolare e in linea con le strategie di carbon neutrality e di innovazione delle infrastrutture“, ha dichiarato Stefano Amadori, Responsabile commerciale Hera Luce.

Il progetto si basa sulle 3S:

  1. Sostenibilità energetica e ambientale, ispirandosi a un modello di economia circolare.
  2. Sicurezza per i cittadini, anche nella continuità e nel miglioramento dei servizi.
  3. Smartness, per il livello di intelligenza dei sistemi adottati messi a disposizione del raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità.
CTA-Smart-Sustainable-City
Giornalista e communication manager è stato collaboratore, capo redattore e direttore di riviste specializzate con focus su smart technologies, industria elettronica, LED e illuminazione e sostenibilità ambientale. Laureata in Lingue, ha acquisito nel corso degli anni forti competenze in ambito Smart City e Smart building. Da oltre 10 anni, segue progetti editoriali speciali in tema di città sostenibili e intelligenti e promuove e organizza il premio Ecohitech Award. Negli ultimi 8 anni si è specializza in content marketing, editoria online e scrittura SEO-oriented. Oggi è Direttore editoriale di LUMI4innovation.it