Cerca
  • Efficienza energetica
  • Interviste

Octopus Energy: la energy tech company che punta a cambiare il mercato

Octopus Energy: la energy tech company che punta a cambiare il mercato

Tecnologie innovative. Flessibilità e servizio customizzato. Efficienza energetica e sostenibilità ambientale. Sono questi gli elementi cardine della proposizione di Octopus Energy, azienda britannica che, a 6 anni dalla sua fondazione, punta oggi a rivoluzionare il mercato dell’energia anche in Italia.

Abbiamo intervistato Giorgio Tomassetti, CEO di Octopus Energy Italia, per conoscere strategie e progetti della nuova realtà italiana.

Energy + Tech per la transizione verde

Giusto per introdurre l’azienda, è bene ricordare che Octopus Energy è una energy tech company. Al cuore del suo successo c’è una piattaforma tecnologica proprietaria altamente innovativa, Kraken, pensata appositamente per la transizione energetica e green.

“Octopus Energy nasce con l’idea di usare la tecnologia come abilitatore per portare avanti due valori cardine ovvero la sostenibilità ambientale (e quindi il processo di decarbonizzazione) e l’eccellenza nel servizio clienti”, ci ha raccontato Tomassetti.
“L’azienda investe nell’energia a 360° – ha detto ancora il CEO – dalle rinnovabili alla mobilità elettrica, fino all’idrogeno. Sempre puntando all’obiettivo di una transizione green”.

Nel 2021, Octopus Energy decide di entrare in Italia attraverso l’acquisizione di Sato Luce e Gas, fornitore indipendente di energia e gas situato ad Ascoli Piceno che si rivolge a famiglie e piccoli business, “con l’obiettivo di portare energia verde più economica ai clienti in tutto il Paese e rivoluzionare il mercato dell’energia in Italia”.

primo piano Giorgio Tomassetti AD Octopus Energy Italia
Giorgio Tomassetti, CEO di Octopus Energy Italia

L’obiettivo di Octopus Energy Italia è quello di arrivare a un milione di clienti entro il 2025. L’espansione sarà guidata da un investimento iniziale di 60 milioni di euro.
“Entro l’estate sbarcheremo sul mercato con una prima tariffa attiva – ha annunciato Tomassetti – da lì creeremo il nostro modello di business che, come ci ha insegnato l’esperienza condotta in UK si baserà sempre su prove sul campo e dati. Troveremo anche in Italia dei modi nuovi per fare energia.”

Il dinamismo e la flessibilità sono dei punti di forza della value proposition aziendale che vuole portare innovazione e un vero cambio di approccio sul mercato.
“Siamo convinti che sia necessario ridisegnare il sistema – ha detto Giorgio Tomassetti -. Il concetto di smart energy prevede che esistano flussi bidirezionali e che i vari sistemi siano integrati tra loro. I dati sono fondamentali”.

Transizione energetica: serve accelerare il passo

Per permettere un cambio di passo della transizione energetica, però, c’è anche un altro fronte che deve procedere di pari passo alle tecnologie, quello delle normative.

“La normativa deve cambiare e semplificare i processi almeno su 2 fronti: quello delle rinnovabili perché servono più soggetti che producano energia. E quindi bisogna necessariamente semplificare l’iter autorizzativo. L’altro fronte è relativo al funzionamento della rete: bisogna semplificare il percorso dinamico della rete”. Il CEO di Octopus Energy Italia ha proseguito: “fare innovazione in un sistema regolato può essere un problema se le regole non cambiano.”

Kraken, il cuore della Energy Tech Company

Tornando alla piattaforma Kraken, Tomassetti ci ha spiegato come questa rappresenti “il vero cuore di Octopus Energy”. Si tratta di un software vivo, in continuo cambiamento, con sviluppatori che ci lavorano tutto il giorno (sia a livello di user experience e di funzionalità), modificando ogni elemento in funzione delle richieste dei clienti.

“Kraken è una piattaforma intelligente flessibile e dinamica in grado di tradurre in pratica l’ascolto attivo dei clienti” ci ha detto ancora il CEO.
Grazie all’utilizzo di big data e machine learning, la piattaforma automatizza la catena di approvvigionamento permettendo di beneficiare dei momenti in cui l’energia costa meno e arriva da fonti rinnovabili; inoltre, facilita la gestione dei rapporti con i clienti, consentendo livelli di servizio eccezionali, e permette un accesso ai dati di consumo praticamente in tempo reale.

 

 

 

 

 

Giornalista e communication manager è stato collaboratore, capo redattore e direttore di riviste specializzate con focus su smart technologies, industria elettronica, LED e illuminazione e sostenibilità ambientale. Laureata in Lingue, ha acquisito nel corso degli anni forti competenze in ambito Smart City e Smart building. Da oltre 10 anni, segue progetti editoriali speciali in tema di città sostenibili e intelligenti e promuove e organizza il premio Ecohitech Award. Negli ultimi 8 anni si è specializza in content marketing, editoria online e scrittura SEO-oriented. Oggi è Direttore editoriale di LUMI4innovation.it