Realizzato da Luminetwork
Luminetwork
Cerca
  • Energia
  • News

Cleantech: nuovi investimenti europei nelle tecnologie pulite

Cleantech: nuovi investimenti europei nelle tecnologie pulite

Il termine cleantech o tecnologia pulita fa riferimento a tutti quei processi, prodotti o soluzioni innovativi in grado di ridurre l’impatto ambientale e produrre miglioramenti di efficienza energetica e riduzione delle emissioni di CO2.

Per far fronte al cambiamento climatico e accelerare il processo di decarbonizzazione, le tecnologie cleantech rappresentano un’importante opportunità di investimento e sono al centro di misure e progetti europei in questa direzione.

A luglio, la Commissione Europea ha ad esempio approvato l’investimento di 1,8 miliardi di euro in ben 17 progetti clean-tech provenienti da Bulgaria, Francia, Germania, Finlandia, Norvegia, Polonia, Olanda, Islanda e Svezia. Si tratta della risposta a un secondo invito lanciato dal Fondo per l’innovazione UE che già aveva concesso dei finanziamenti per 1,1 miliardi di euro a 7 progetti innovativi.

banner

diagramma cleantech progetti europei innovation fund

I progetti Cleantech europei

Quando si fa riferimento alla tecnologia pulita, si includono una serie di ambiti legati al riciclo, alle energie rinnovabili, all’energy storage, al trasporto sostenibile, ai motori verdi e alle batterie, alla cattura di carbonio, all’illuminazione, all’idrogeno ecc.

I 17 progetti cleantech europei selezionati riguardano diversi settori che contribuiscono agli sforzi di decarbonizzazione dell’UE e che, nel loro insieme, potrebbero far risparmiare 136 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti nei primi 10 anni di attività.

Qualche esempio? Nel campo delle energie rinnovabili, un progetto innovativo punta alla creazione di un parco eolico offshore nel Mare del Nord. Sul fronte dello stoccaggio dell’energia, in Polonia, un progetto prevede la realizzazione di un impianto di produzione di sistemi di batterie elettrochimiche, mentre un altro, in Francia, vede la creazione di un impianto di riciclaggio agli ioni di litio.

In Islanda, poi, uno dei progetti selezionati costruirà delle infrastrutture di cattura e stoccaggio del carbonio con una capacità di stoccaggio stimata di 880 milioni di tonnellate di CO₂.

In autunno, la Commissione Europea lancerà una terza “call” per presentare altri progetti innovativi clean-tech. I finanziamenti saranno raddoppiati a circa 3 miliardi di con un focus particolare sul tema dell’energia.

banner
Giornalista e communication manager è stato collaboratore, capo redattore e direttore di riviste specializzate con focus su smart technologies, industria elettronica, LED e illuminazione e sostenibilità ambientale. Laureata in Lingue, ha acquisito nel corso degli anni forti competenze in ambito Smart City e Smart building. Da oltre 10 anni, segue progetti editoriali speciali in tema di città sostenibili e intelligenti e promuove e organizza il premio Ecohitech Award. Negli ultimi 8 anni si è specializza in content marketing, editoria online e scrittura SEO-oriented. Oggi è Direttore editoriale di LUMI4innovation.it